ANCESTRI
autoantropologia familiar


le classi sociali si mixano
raccolta fotoautobiografica della family:

Questo lavoro parte da un'interesse per la recuperazione della memoria tanto personale come storica della mia genealogia familiare, che oltre a farmi luce delle cose non dette e dei segreti, principalmente mi fá riflettere su come negli ultimi tempi il concetto di famiglia, di intimitá e degli spazi sia pubblici che privati stia completamente cambiando, fortunatamente, nel senso che si stá aprendo a nuove forme di volersi bene, vivere assieme e non solo per connessioni sanguigne , ma per pratiche di vita. Grazie a tutte queste riflessioni anche il concetto di album famigliare é cambiato. Nel mio caso ho prestato molta attenzione al mix di classi sociali. Mia madre proveniva da una famiglia molto benestante e ha deciso di mescolarsi e con lei la sua storia con una famiglia contadina, lasciando la cittá per trasferirsi nella campagna e sicuramente anche in una certa forma, rinunciare o cambiare alcuni aspetti economici e culturali .
Queste differenze solo dalle fotografie erano molto evidenti, la famiglia materna ha un archivio di tantissime fotografie, di tutte le misure, album a non finire e foto dei primi del 900 fino a quelle a colori. Ovviamente senza badare a spese. Le foto che appartenevano alla famiglia paterna, sono pochissime, anche piuttosto rovinate, e ovviamente in un contesto rurale, molto diverso da quello cittadino e austero della famiglia materna.

collezionare é una forma di ricordare mediante la pratica, mio nonno materno faceva questo appena aveva un secondo libero….con le foto, con le conchiglie, con le monete, con i francobolli e in qualche forma ha lasciato la sua storia oltre che con la scrittura anche attraverso a degli oggetti. Con la scrittura mediante un diario, che ha dedicato ai suoi prima 4 figli maschi. mia mamma é arrivata per ultima, quasi per miracolo la piú piccola, unica femmina.
Nel caso di mio nonno é stato piú facile avendo una preparazione culturale ed economica avanzata e privilegiata vista l'epoca. Archiviava tutto quello che poteva, era la sua forma per salvare delle storie, per immagazzinare ricordi, per non dimenticare e anche una controffensiva alla morte.

Ances Tria